Ottenere un mutuo 100 per 100 sulla prima casa senza anticipo: come fare?

Indice dei contenuti

Come fare ad ottenere un mutuo 100 per 100 senza anticipo?

Bella domanda, è il sogno di molti, soprattutto di chi deve acquistare la prima casa ma non ha un quattrino per accaparrarsela.

Come si suol dire ‘fra il dire e il fare c’è di mezzo il mare’ e questo è uno di quei casi che calza perfettamente al detto proverbiale, nel senso che non è proprio una passeggiata ottenere questo tipo di mutuo al giorno d’oggi.

Ciò non significa che sia impossibile, al contrario c’è modo di accaparrarselo (anche se non per tutti!) grazie ad una serie di agevolazioni concertate fra la banca e nuovi soggetti pubblici garanti, fra cui si segnala la Consap.

Chi può ottenerlo e come

Se vogliamo sfruttare una metafora ludica, ottenere un mutuo ‘prima casa’ 100 per 100 non è un solitario, ma un gioco di squadra, in quanto dove non arriva la banca interviene lo Stato con strumenti agevolativi per i più giovani come il fondo di garanzia ‘Prima Casa’, disciplinato dall’art 1 comma 48 lett. c) della Legge 27 Dicembre 2013, n, 147 come potete apprendere meglio in questa guida a tema.

Vi spiegheremo, passo passo, chi può ottenerlo, cosa fare e se conviene.

Come chiederlo

Chiedere, si sa, non costa nulla.

Il difficile è ricevere un ‘sì’, dalla banca, non sempre propensa ad allentare i cordoni della borsa se non vede garanzie reali e di peso.

Mettiamo caso che abbiate puntato una casina niente male che vi piacerebbe acquistare ma vi trovare in un momento nero a corto di liquidità.

Che fare?

Intanto, fate mente locale all’anagrafe.

Se siete giovani ‘under 35‘ siete già a metà dell’opera ed è probabile che abbiate successo e i vostri sforzi vengano premiati.

Non avete nemmeno un euro da investire nella compravendita della casa dei vostri sogni?

In questo caso dovrete giocare la carta del mutuo 100 per 100.

Certo, è il più rischioso perché la banca non si trattiene nemmeno i margini per coprire eventuali insolvenze, ma tant’è, oggi la crisi ha raschiato il barile e sono in parecchi a trovarsi a secco, con un sogno da spendere, anche se solo quello.

Comunque sia, se non siete nullatenenti o nullafacenti e avete dalla vostra l’età ancora ‘verde’, avete qualche speranza di riuscire nell’impresa.

Oggi le banche, per quanto poco propense a erogare mutui al 100% devono, necessariamente, fare i conti con i tempi e adeguarvisi.

Ciò significa che una buona fetta della clientela si trova proprio nelle condizioni di voler comprare casa (la prima, s’intende!) senza poterla fermare con la consueta caparra confirmatoria che congela e, di fatto, ipoteca l’acquisto immobiliare.

Per centrare questo obiettivo si prospetta un solo scenario: ottenere un mutuo che copra l’intero acquisto senza ‘scucire’ il benché minimo anticipo.

Utopia? Nì, forse…macché!

Anche se non si è Rockfeller, guardando il bicchiere mezzo pieno e armandosi di pazienza e buona volontà, si possono far valere in banca i propri requisiti, anche se pochi e precari, per riuscire a dare corpo al sogno, comune a molti, di comprare casa senza anticipare un quattrino.

Siete di quelli ‘spennati’ senza risparmi da investire? Non preoccupatevi, la partnership fra banche ed enti garanti può fare miracoli ed è pronta a correre in vostro soccorso.

Tutto sta ad avere, in ogni caso, qualche entrata dimostrabile, anche se non ‘di ferro’ e un’età che vi permetta di ‘spalmare’ il piano di ammortamento del mutuo sulla lunga distanza, tipo 25, 30 anni, in modo da abbattere l’importo della rata e dormire sonni tranquilli, anche se non siete sufficientemente ‘corazzati’ sul piano lavorativo.

Se avete questi minimi requisiti di base potete lanciarvi nell’avventura di richiedere alla vostra o a un’altra banca più propensa ad accontentarvi un mutuo 100 per 100 di quelli che vi cambiano la vita.

Molto più di un mutuo

Sì, perché il mutuo 100 per 100 è qualcosa di più di uno sterile prodotto finanziario, è il passepartout che vi dà la possibilità di avere un tetto tutto per voi, scelto e cucito addosso.

Grazie a questa opportunità potrete uscire dal ‘recinto’ della famiglia di origine o di un affitto scomodo e oneroso che, alla resa dei conti, è un vuoto a perdere, regalandovi l’ebbrezza di uno dei beni più preziosi: una casa tutta vostra.

Perché costa di più

Il mutuo 100 per 100 sarà pure l’unico modo per comprare casa senza pagare l’anticipo, ma è innegabile che sia più caro dei mutui tradizionali all’80 per cento e il perché non è un segreto.

Certe banche, anche se ancora in numero limitato, derogano ai ‘paletti’ imposti dalla Banca d’Italia coprendo la restante percentuale con l’accensione di particolari polizze assicurative o appoggiandosi alle garanzie offerte dai Confidi dislocati sul territorio, che si offrono di garantire al posto di un garante in carne e ossa che il richiedente non è in grado di fornire.

Pur contemplando un tasso di interesse superiore alla media per via del rischio maggiore che comportano, c’è però da dire che questa tipologia di mutui resta, comunque, tutto sommato conveniente in quanto si articola su piani di rimborso flessibili e a lungo termine che coprono archi di tempo ventennali o trentennali, con il risultato di una rata leggera e facilmente rimborsabile anche da parte di soggetti deboli e incapienti.

Identikit del richiedente ‘tipo’

Qual è l’identità del richiedente ‘tipo’ un mutuo 100 per 100?

Lavoratore atipico o libero professionista nascente, giovane, senza risparmi e a corto di liquidi.

Se avete meno di 35 anni, vi riconoscete in questa figura e avete in mente l’acquisto della vostra prima casa pur a secco di liquidità il mutuo 100 per 100 è la soluzione che fa per voi, a patto che rispettiate alcuni requisiti di partenza come una minima affidabilità in termini di rimborso.

Non solo ‘under 35’

Avere meno di 35 anni non è un ‘diktat’ per ottenere un mutuo al 100%.

Anche altre categorie sociali hanno una chance per accaparrarsi questa concreta opportunità.

Nella fattispecie, possono ottenere un finanziamento di questo genere anche single con figli minori di 18 anni e chi risulta assegnatario di casa popolare, purché dimostri di non detenere altri diritti immobiliari.

Il mutuo ‘tutto e subito’

In genere, nei mutui tradizionali si richiede la compartecipazione del mutuatario chiamato a coprire in proprio almeno il 10, 15 per cento della spesa.

Se non siete in grado di anticipare la caparra, potete optare per la soluzione del mutuo 100 per 100 e intraprendere quest’avventura tutt’altro che agevole, ma che potrebbe portarvi a coronare il vostro sogno.

Il mutuo 100 per 100 è l’unico sistema per avere ‘tutto e subito’, anche grazie alla possibilità di avvalersi del ricorso ormai pluri collaudato al fondo ‘Prima Casa‘ che garantisce fino a una copertura del 50%, senza dover aspettare anni per mettere da parte la somma necessaria a comprare casa, ammesso che vi riusciate.

Se, poi, non c’è un familiare o un amico con le spalle economicamente forti disposto a garantire per voi, assumendosi la responsabilità in solido di un finanziamento co-intestato, quella del mutuo 100 per 100 resta la sola strada percorribile per raggiungere l’obiettivo ‘casa’.

Quali alternative

Il mutuo 100 per 100 non fa per voi?

Se cercate delle alternative a questo tipo di finanziamento integrale, potete trovarle in altri prodotti finanziari, per quanto non completamente esenti da anticipi, quali il rent to buy o affitto a riscatto e il leasing immobiliare, ma entrambi richiedono un esborso iniziale, che non tutti sono in grado di garantire.