Mutui 100% e mutui 80%: tutte le differenze, confronto, caratteristiche dei prodotti

Indice dei contenuti

Chi oggi desidera acquistare una nuova casa, a meno che non goda di una grossa somma di liquidità messa da parte, avrà sicuramente necessità di richiedere un prestito o un mutuo. Si tratta in buona sostanza di prodotti finanziari che ci permettono di ottenere la liquidità necessaria per l’acquisto di una casa o di un immobile.

Per ottenere il denaro necessario per l’acquisto di una casa da parte di una banca o di un istituto di credito, occorre presentare tuttavia dei documenti ben precisi e specifici. Questi documenti possono riguardare ad esempio la valutazione del valore del nostro immobile e l’analisi delle caratteristiche principali della nostra casa. Grazie al valore dell’immobile o della casa che si acquista, la banca o l’istituto di credito che eroga questi tipi di prestiti o di mutui può capire qual è il totale massimo che ci può finanziare.

Mutui fondiari e ipotecari

Le banche e gli istituti di credito che erogano dei mutui per l’acquisto di una nuova casa di solito fissano un limite finanziabile individuato al giorno d’oggi alla soglia del classico mutuo 80%. Si tratta di un valore che non è scelto in modo del tutto casuale. Al contrario, è una soglia che è prevista dalla normativa specifica per quanto riguarda i mutui fondiari. Anzitutto, bisogna sapere che c’è una differenza iniziale da fare per quanto riguarda i mutui fondiari e quelli ipotecari.

Il mutuo fondiario è un mutuo che serve principalmente per l’acquisto o per la ristrutturazione di un immobile ad uso privato, come prima casa. Il mutuo ipotecario, al contrario, può essere richiesto per altre finalità. Può essere richiesto ad esempio per il consolidamento di un debito per la ristrutturazione di una casa, per godere di liquidità aggiuntiva e per altri scopi simili.

Sono due tipologie di mutui che sono molto simili tra di loro, ma che possono avere delle finalità diverse. Sicuramente, le finalità del mutuo fondiario sono più ristrette e rigide rispetto a quelle previste invece per il mutuo ipotecario. Di solito, i mutui fondiari non prevedono l’erogazione di una liquidità che può superare l’80%. Al contrario, per quanto riguarda i mutui ipotecari ci possono essere delle offerte da parte di banche e istituti di credito che offrono dei mutui che possono arrivare anche fino al 90% o addirittura fino al 100% del valore dell’immobile.

Mutui 80%

Quando si parla di mutui 80%, è bene precisare che cosa si intende con questa percentuale. Si tratta in buona sostanza del massimo capitale finanziabile da una banca o da una società di credito. Questa percentuale viene applicata quindi al valore della casa che è stato determinato grazie ad un lavoro molto preciso di perizia. È un dato molto utile, soprattutto se si acquista una casa presso un’asta giudiziaria. Di norma, infatti, il valore della perizia è sempre maggiore rispetto al prezzo al quale ci si aggiudica una casa o un immobile.

Se ad esempio un immobile ha un valore di 200.000 €, allora la percentuale finanziabile viene calcolata in base alla perizia che di solito è sempre minore, ad esempio, in questi casi di 190.000 €. Il calcolo viene effettuato quindi sull’80% del costo della perizia, ovvero di 190.000 € e non del prezzo di acquisto totale. Se la perizia invece è superiore rispetto al prezzo di vendita, allora la banca calcola l’80% sul prezzo di vendita, essendo per l’appunto minore rispetto a quello di perizia. Si tratta in buona sostanza di mutui che oggi sono molto popolari e gettonati, soprattutto per chi non ha la possibilità di richiedere e di versare delle somme di denaro molto elevate in poco tempo.

La percentuale finanziabile dipende naturalmente dalle capacità reddituali del richiedente e dalle garanzie aggiuntive economiche che presenta. Se il soggetto richiedente il prestito ha la capacità di dimostrare delle garanzie economiche aggiuntive, allora la somma finanziabile può anche aumentare e andare oltre l’80%.

Mutui 100%

I mutui 100% sono dei mutui che arrivano a finanziarie oltre l’80% del valore dell’immobile acquistato, arrivando in certi casi anche fino al 100% del valore. Spesso si tratta della copertura massima del valore dell’immobile che le banche e gli istituti di credito possono concedere attraverso i mutui. L’ammontare massimo dei finanziamenti che le banche sono in grado di concedere ai propri clienti corrisponde all’80% del valore dell’immobile in garanzia. Tuttavia, ci sono anche delle eccezioni. Queste prevedono il fatto che le banche e gli istituti di credito siano in grado di erogare anche fino al 100% del valore dell’immobile per le necessità e per chi ha dei requisiti e delle garanzie specifiche.

Questi mutui sono chiamati per l’appunto mutui 100%. È uno dei modi più utilizzati oggi da un soggetto giovane, oppure da una coppia di giovani, per l’acquisto di una nuova casa. Sono spesso dei mutui che prevedono l’applicazione di tassi di interesse agevolati. Gli immobili in questo caso possono essere finanziati praticamente per intero o quasi, sulla base del prezzo di acquisto dell’immobile. Sono diverse oggi le banche e gli istituti di credito che mettono a disposizione questi finanziamenti.

Similitudini e differenze

Le principali differenze che si trovano tra queste due tipologie diverse di mutui riguardano in primis la percentuale del capitale erogato, sulla base del valore dell’immobile che si sceglie di acquistare. I mutui 80% sono dei mutui in cui il capitale massimo erogabile può arrivare fino all’80% del valore dell’immobile. Al contrario, i mutui 100% sono dei mutui nei quali può essere erogato anche fino al 100% del valore dell’immobile o comunque una percentuale molto vicina. I finanziamenti all’80% sono oggi quelli più popolari e gettonati. La concessione dei mutui 100% infatti è subordinata alla presentazione di alcuni requisiti e di alcune garanzie specifiche.

Naturalmente, il fatto di erogare una somma di denaro maggiore per l’acquisto di un immobile comporta ad una banca o ad un istituto di credito che concede questo tipo di mutuo un maggiore rischio di insolvenza. Questo rischio deve essere coperto quindi da dei requisiti e da delle garanzie economiche aggiuntive. Queste garanzie sono richieste quindi in più rispetto a quelle richieste e previste per un classico mutuo come quello all’80%. Le garanzie riguardano principalmente la situazione economica e patrimoniale del richiedente e la sua solvibilità.

Queste garanzie possono riguardare la sottoscrizione di una polizza di assicurazione. Inoltre, può esserci richiesta anche la presenza di un garante, ovvero un soggetto che gode di una buona situazione economica e che garantisce il rimborso della somma di denaro prevista.