Mutui 100 per 100: importi erogati e calcolo degli interessi, esempi di finanziamento

Indice dei contenuti

Il mutuo, è forse uno dei finanziamenti più frequentemente richiesti per l’acquisto di un immobile a banche e finanziarie autorizzate nell’erogazione di liquidità. Esse spenderanno una specifica somma in denaro con lo scopo di soccorrere un utente che ne farà richiesta. Fatta eccezione nei casi in cui il capitale necessario, sia già in possesso del potenziale acquirente. Magari grazie ad una precedente vendita o per risorse personali.

Ma di mutui, ne esistono varie tipologie. Una tra le più largamente diffuse è quella chiamata mutuo cento per cento. Ma che cos’è con esattezza? Perché scegliere questa forma di mutuo e non quella classica? 

Nella guida che segue, vorremmo parlarvi più nel dettaglio, non solo delle caratteristiche e delle peculiarità che appartengono al mutuo cento per cento, ma valutare anche quelle che sono le proposte in termini di costi e spese. Che importi si possono ottenere? A quanto ammontano gli interessi? Se siete curiosi anche voi si saperne qualcosina in più, o magari siete in procinto di chiedere un mutuo, non perdetevi utili consigli e info da conoscere assolutamente, prima di rivolgersi a qualsiasi banca o finanziaria che sia!

Mutuo comune e mutuo Cento per Cento. Che cambia? Ecco la differenza!

Generalmente, un mutuo comune, quindi standard, prevede una copertura del valore dell’immobile preso in esame dell’80% e non oltre. Il che significa che, per arrivare alla totalità del valore effettivo, bisogna ricoprire la restante parte, cioè il 20%. Come? Semplice! Molto spesso, anzi assai frequentemente, la banca chiederà o la sottoscrizione di polizze assicurative oppure il cosiddetto “anticipo”. In mancanza di quest’ultimo, era quasi impossibile pensare di poter ottenere un mutuo.

Il finanziamento cento per cento, invece, prevede che la banca stessa, ricopra non l’80% bensì il 100%. Tuttavia, è bene tenere sempre in considerazione, che non per questo si potrà evitare di fornire ugualmente le giuste garanzie. Nello specifico, al fine di ottenere un mutuo cento per cento, proprio le garanzie richieste saranno estremamente restrittive.

Questo perché, a fatto compiuto, per la banca questa risulta essere un’operazione particolarmente rischiosa. Dato che le probabilità di perdere il capitale investito risultano di molto più elevate. Proprio per tale ragione, non saranno tutte le banche ad offrire la possibilità di richiedere un mutuo cento per cento. Per lo meno, non quelle di entità minore.

Quali sono le garanzie necessarie per poter accedere senza problemi al mutuo Cento per Cento?

Come accennavamo poco prima, il fattore garanzie, si rivela essere un elemento assai importante per poter ottenere un mutuo cento per cento. Questo in realtà, vale un po’ per tutti i finanziamenti. Visto che, banche e finanziarie, hanno come scopo principale quello di reintegrare il capitale erogato con annessi interessi.

Un cliente che non possa dimostrare una buona credibilità creditizia, anche e soprattutto attraverso le giuste garanzie, difficilmente otterrà un finanziamento, tanto meno un mutuo cento per cento!

Ma ecco le garanzie indispensabili per accedere al mutuo cento per cento:

  • Sottoscrivere obbligatoriamente una o più polizze assicurative fideiussorie. 
  • Ipotecare l’immobile da acquistare o uno di cui si ha già la proprietà.
  • Introdurre nelle trattative, la figura di un garante.

La banca che si mostrerà disposta ad erogare un mutuo cento per cento, non transigerà su queste tre garanzie. Poiché l’elevato livello di rischio dell’ente di credito, imporrà una maggiore restrizione di termini e requisiti.

Ma quanto si può ottenere con un mutuo Cento per Cento? Quali sono i tassi di interesse?

Veniamo adesso all’argomento che forse può destare maggiore attenzione. I costi e gli interessi dei mutui cento per cento.

Mettiamo subito in chiaro, che al momento della stipula del contratto, sarà possibile il più delle volte, scegliere a quale tipo di interesse far riferimento per il calcolo del proprio finanziamento. Tasso fisso? Tasso variabile? Vediamo perché l’uno e perché l’altro.

Con un mutuo a tasso fisso, ci si riferisce ad un mutuo che evidenzia una quota di interessi stabile ed invariata per l’intera durata del finanziamento. Il vantaggio di selezionare il tasso fisso, è che il beneficiario del mutuo, saprà con anticipo già in fase contrattuale, l’entità della rata mensile. Senza sorprese o rincari inaspettati. Questa è la soluzione ideale per chi non ha possibilità economiche così solide da potersi permettere anche rincari vertiginosi.

Tasso variabile? Conviene?

Parlando, invece, del tasso variabile, possiamo dire trattarsi di una scelta abbastanza rischiosa. Questo perché la rata effettiva del mutuo, sarà soggetta a cambi causati dall’aumento o la diminuzione dell’indice dell’Euribor. Ma per quale motivo molti ne fanno espressamente richiesta? 

Se è vero che il rischio è quello di subire forti aumenti della rata mensile del mutuo, a causa della crescita degli interessi, è anche vero che possa comunque capitare l’esatto opposto. In questo caso, si avrà un notevole risparmio e quindi pagare il mutuo sensibilmente meno di quanto, ad esempio, concordato dal principio. Tuttavia è pur sempre un rischio, che dovrà di certo essere corso, solo se la propria condizione economica lo permette.

Esempio pratico di costi e spese di un mutuo Cento per Cento.

Vediamo adesso più da vicino e per intenderci meglio, un esempio di finanziamento di un mutuo Cento per Cento.

Antonio è un giovane lavoratore di 30 anni. Vanta un reddito mensile di 1.700 euro. A sua volta, fa richiesta di un mutuo cento per cento, con un capitale specifico di 100mila euro. La durata del piano di rimborso prevista è di 30 anni. Infine, il valore totale dell’immobile, precedentemente determinato da una perizia, è pari a 100mila euro. Ecco di seguito i possibili costi:

  • Banco BPM: quota del TAN 1,05%, quota del TAEG 1,10%, rata mensile 323,94 euro.
  • Intesa San Paolo: quota del TAN 1,20%, quota del TAEG 1,26%, rata mensile 330,91 euro.

Conclusioni e utili suggerimenti.

Abbiamo quindi analizzato più da vicino non solo quelle che sono le caratteristiche di un mutuo cento per cento, ma anche quali potrebbero essere i costi del finanziamento. Per fare domanda di un mutuo cento per cento, sarà sufficiente presentarsi in banca con la documentazione richiesta e fornire le corrispettive garanzie necessarie.

A questo punto, non ci resta che augurare a voi tutti la miglior scelta di mutuo cento per cento!