Mutui 100 per 100: come calcolare rata e interessi

Indice dei contenuti

Scegliere di accendere un mutuo per l’acquisto di una casa è certamente una valida idea di investimento. Tuttavia, spesso, si tentenna nel compiere questo passo importante, in quanto comporta un grandissimo impegno pratico e soprattutto economico. Per quanto riguarda i giovani, nella fattispecie, tra incertezze lavorative e precariato, la questione diventa ulteriormente spinosa.

Fortunatamente, per ciò che riguarda il mutuo, esiste una soluzione che aiuta determinate categorie più bisognose e che permette così, di poter acquistare una casa in totale tranquillità. Nonostante le apparenti difficoltà o la mancanza di una somma risparmiata tradizionalmente utile per l’anticipo. Il mutuo Cento per Cento, è forse ciò che potrebbe fare al caso vostro!

Nella guida che segue, vorremmo focalizzare la nostra attenzione non solo su quelle che sono le caratteristiche e le peculiarità del mutuo Cento per Cento, ma anche comprendere nel dettaglio, quelli che sono i possibili costi in termini di rate e quote di interessi. Se siete in procinto di acquistare la vostra casa, non potete certo perdervi utili consigli e info da conoscere assolutamente, prima di rivolgervi alla vostra banca di fiducia!

Mutuo Cento per Cento o quello tradizionale? Cosa cambia tra i due?

Generalmente, un mutuo cosiddetto tradizionale, presenta una copertura massima di circa l’80% del valore dichiarato e complessivo di un dato immobile. Questo significa che il beneficiario, dovrà provvedere personalmente a ricoprire la parte rimanente, quindi il 20%, mediante la sottoscrizione di determinate polizze assicurative o se già in suo possesso vi sia il denaro da versare in quanto anticipo per l’accensione del mutuo stesso.

Al contrario, con un mutuo di tipo Cento per Cento, la copertura offerta dalla banca è totale. Difatti, non sarà necessario presentare alcun anticipo in denaro ed è per tale motivo, tra i molti, che questo finanziamento si presta benissimo ai giovani che, per varie motivazioni, potrebbero non aver avuto la possibilità effettiva di risparmiare soldi. Si avrà, perciò, una copertura del 100% e basterà presentare le dovute garanzie, al fine di accertare la banca erogatrice del mutuo del reintegro dovuto della quota capitale concessa.

Esistono delle garanzie specifiche da offrire per ottenere un mutuo Cento per Cento? Ecco quali sono!

Per quanto riguarda le garanzie, che si tratti di un mutuo di tipo tradizionale o di uno Cento per Cento, sono senz’altro il fulcro centrale della questione. Un discorso a sè andrà fatto se si sceglie di optare al Fondo di Garanzia Prima Casa, ma di questo ne parleremo in sintesi più in là. Tornando alle garanzie per il suddetto mutuo Cento per Cento, vediamo insieme quelle tutt’oggi ritenute essenziali:

  • Sottoscrivere una polizza fideiussoria o assicurativa che ricopra il 20% del valore complessivo dell’immobile.
  • Avere una solidità economica accertata, grazie al contratto preferibilmente a tempo indeterminato.
  • Se richiesto, presentare un garante quale genitore ecc.

Tali garanzie, sono quelle più richieste al possibile beneficiario del mutuo. Ricordiamo inoltre che, un mutuo a tipologia Cento per Cento, per l’istituto di credito è pur sempre un’operazione ad elevato rischio, in quanto concederà una quota capitale certamente più onerosa se messa a confronto con quella di un mutuo comune all’80%.  Proprio per tale ragione, non tutti gli enti bancari predisporranno l’erogazione di questa tipologia specifica di mutuo e quelle invece inerenti al finanziamento, richiederanno necessariamente le dovute garanzie, così da avere la certezza di un reintegro del capitale concordato.

Oltre a quelle già citate, ricordiamo che la prima garanzia per una banca, sarà l’ipoteca sull’immobile da acquistare. Operazione standard per gran parte dei mutui.

Ma come si calcolano gli interessi del mutuo Cento per Cento? Quali sono i possibili costi?

Parlando più nello specifico dei costi, possiamo certo dire che le spese generali dipenderanno indubbiamente da una serie di fattori come per esempio:

  • Somma totale erogata. 
  • Durata del piano di ammortamento.
  • Quote dei tassi di interesse.
  • Condizione economico-finanziarie personali. 

Ecco che, per ogni contesto, verranno proposte delle soluzioni che si adattino al meglio al cliente e al suo potenziale finanziario. Soprattutto sarà particolarmente flessibile la durata effettiva del piano di ammortamento. Ma vediamo insieme qualche esempio pratico.

Ipotizziamo di aver bisogno di un capitale di almeno 50mila euro e di poterlo restituire attraverso un piano di rimborso della durata di 20 anni con un corrispettivo tasso di interesse fisso. Quali sono le offerte?

  • Banca Credem: Tasso fisso= 0,50%. TAEG= 1,17%. Quota capitale= 52.552,07 euro Rata= 218,97 euro.
  • Credit Agricole: Tasso fisso= 0,69%. TAEG= 1,13%. Quota capitale= 53.543,68 euro Rata= 223,10 euro.
  • Banco BPM: Tasso fisso= 0,77%. TAEG= 1,15%. Quota capitale= 53.964,79 euro. Rata = 224,85 euro.

Questi, chiaramente, sono solo esempi rappresentativi di una specifica serie di fattori già decisi. Tuttavia, per maggiori delucidazioni, sarà inevitabile recarsi in filiale e studiare un piano di ammortamento idoneo non solo a quelle che sono le proprie aspettative, ma cosa assai più importante, a quelle che sono le reali capacità di rimborso e di sostegno della rata del mutuo.

La natura degli interessi, in ultimo, verrà anch’essa concordata in fase contrattuale e il cliente potrà avvalersi di preferirli: fissi o variabili. Logicamente, per una maggiore tranquillità e se il piano di ammortamento presenta una durata medio-lunga, il consiglio è quello di optare per una natura di interesse di tipo fisso.

Conclusioni e consigli utili.

Abbiamo quindi avuto modo di scoprire più da vicino, cosa sia un mutuo Cento per Cento e quali sono le caratteristiche che lo differenziano e lo contraddistinguono da un classico mutuo standard. Il consiglio e di provvedere a fare una ricerca online al fine di individuare, se interessati a tale offerta, quali sono le banche che aderiscono a questa tipologia di mutuo.

Il sito ufficiale della Consap, inoltre, fornirà utilissimi dettagli inerenti al Fondo di Garanzia richiedibile per i più giovani che puntano all’acquisto della prima casa. Anche in questo caso, sarà sufficiente scaricare un elenco in formato PDF in modo totalmente gratuito e verificare quali siano gli istituti bancari disposti a concederlo.

Si rivelerà essenziale rientrare nei parametri e nei requisiti minimi di accesso al fine di ottenere il Fondo che sarà disponibile fino ad esaurimento credito annuale. A questo punto, non ci resta che augurarvi la miglior scelta di mutuo!