Come e perché richiedere un mutuo 100 per 100? Domanda, fasi, info utili

Indice dei contenuti

Il mutuo al 100% è quel tipo di mutuo che occorre per poter finanziare degli importi che ricoprono almeno l’80% del valore di un immobile che è stato acquistato.
Determinate volte potrebbe anche ricoprire fino al 100% di tutto il valore stesso.
Scopriamo in questa guida di che cosa stiamo parlando, come possiamo fare per riuscire ad ottenerlo, quali sono tutti i requisiti necessari e i documenti che servono.

Mutuo: quale è la copertura massima?

Per quanto riguarda il fatto di determinare la copertura intera del valore dell’immobile, che di solito è in garanzia, ovvero che le banche danno con i mutui, questa è consultabile nella Deliberazione del 22 aprile 1995 del Comitato Interministeriale del Credito e del Risparmio (CICR).

La deliberazione è finalizzata per poter stabilire le regole per quel che riguarda la materia di credito fondiario, cioè:

  • l’ammontare massimo per tutti i finanziamenti che gli istituti di credito concedono esclusivamente ai propri clienti corrisponde all’80% del valore stesso dell’immobile in garanzia.
  • l’ammontare corrisponde al costo di tutte le varie operazioni che devono eseguire sullo stesso immobile, con l’accettazione di eccezioni come l’ammontare del finanziamento che viene dato da degli istituti di credito specializzati e che possono aumentare fino al 100% per chi ne necessita.

Spesso, tutti i mutui in questione, detti appunto mutui al 100%, sono quelli che vengono concessi a giovani coppie od a delle categorie di clienti che hanno bisogno di comprare la prima casa.

La concessione del mutuo al 100% è solitamente correlata alla presentazione da parte dei richiedenti per quanto riguarda tutte le garanzie integrative. Inoltre, dovranno essere rispettati i classici requisiti per poterne richiesta in merito a mutui e finanziamenti:

  • dato che l’importo è di maggiore entità soprattutto rispetto ai parametri di base del CICR, questo deve comportare l’esposizione da parte della banca che eroga fino ad un maggiore rischio.
    Questo rischio viene poi coperto da dei criteri e da delle garanzie in più rispetto a quelle che normalmente sono previste per un classico mutuo.

Quali garanzie per ottenere un mutuo al 100%?

Per ciò che concerne tutte le varie garanzie integrative, queste devono risultare molto precise. Le garanzie che sono richieste per ottenere un mutuo al 100% devono poi riguardare in modo esclusivo la situazione patrimoniale e la solvibilità del richiedente.

Quindi, dovranno comprendere:

  • La polizza assicurativa fideiussoria: questa serve per poter andare a coprire l’eccedenza fino al 20% del valore dell’immobile che viene dato in garanzia rispetto all’80% massimo che è di norma erogato.
    Il cliente, dunque, può scegliere se intestarsela e pagarla, oppure se accenderla con un istituto erogatore, ma avente spread più alto;
  • L’ipoteca sull’immobile: qui con il mutuo al 100% viene iscritta l’ipoteca sullo stesso immobile che viene acquistato. Per cui, si tratta di una garanzia per la banca che, nel caso si sia insolventi, la banca può richiederne l’espropriazione e prendersi il rimborso.
    L’ipoteca potrà anche essere iscritta su di un altro immobile di proprietà del debiore, ma a patto che il loro valore vada ad assicurare alla banca la possibilità di riuscire ad avere dalla vendita il rimborso totale della somma;
  • La presentazione di un terzo garante: questo è un terzo soggetto che deve garantire il rimborso della somma nell’eventualità in cui il debitore non possa farlo;
  • Polizze di compagnie di assicurazione;
  • Cessioni di annualità;
  • Contributi a carico dello Stato o di enti pubblici;
  • Fondi di garanzia.

Mutui 100%: quali banche lo concedono

Come abbiamo accennato, quando si parla di mutui al 100% si parla di tutti quelli che si differenziano dai vari mutui classici.
Infatti, le varie banche che hanno scelto di aderire al Fondo di garanzia e che viene gestito da Consap che spesso concede dei mutui fino al 100%.

Anche se, l’abitazione dovrà sempre essere destinata a prima casa con prima una perizia da parte dello stesso ente di credito. Quest’ultimo deve accertare che il valore sia giusto per la richiesta del finanziamento.

Tra tutte le varie diverse banche che concedono il mutuo al 100%, ad oggi, c’è:

  • Intesa Sanpaolo, con mutuo tasso fisso conveniente;
  • Le banche sono BNL, Creval, Crédit Agricole, Credem Banca e Banca ING.

In conclusione

Infine, è importante dire che, chi vuole fare richiesta del mutuo al 100% non potrà avere le stesse caratteristiche di chi decide di affidarsi ad un mutuo al di sotto dell’80%.
Questo perché un maggiore rischio finanziario nel dare un mutuo al 100% da parte degli istituti di credito comporta maggiori costi di operazione.

Tutto si traduce in spread bancario più alto. Infatti, se si fa la richiesta di un mutuo 100% oggi, con i vari bassi tassi di interesse si ha sicuramente un mutuo molto vantaggioso.

In conclusione, quello che deve essere detto è il fatto che l’iter per poter richiedere un mutuo 100% è più contorto rispetto al normale mutuo.

In determinati casi, dunque, si consiglia sempre di provvedere a richiedere una consulenza di un esperto, in modo che possa darci le giuste soluzioni e consigli.